Mons. Mauro Parmeggiani è il nuovo vescovo di Palestrina. Già vescovo di Tivoli e assistente ecclesiastico della Confederazione delle Confraternite delle diocesi d’Italia della CEI – di recente (maggio) riconfermato dal neo presidente della CEI Cardinale Bassetti, il vescovo Parmeggiani proseguirà il cammino ecclesiale alla guida della diocesi di Palestrina con lo stessa sapienza pastorale e spirituale che lo distingue anche nella realtà confraternale delle Confratenrite. Dopo aver accettato la rinuncia al governo della diocesi di Palestrina presentata da mons. Domenico Sigalini, il Santo Padre Papa Francesco ha nominato amministratore apostolico della diocesi di Palestrina mons. Mauro Parmeggiani, vescovo di Tivoli.

Gratitudine e letizia sono le prime espressioni della Confederazione Nazionale delle Confraternite delle Diocesi d’Italia guidate dal Francesco Antonetti dopo aver appreso la lieta notizia. «La nostra Confederazione, che ben conosce la preziosa e incessante opera pastorale del vescovo verso le Confraternite italiane, non può che rallegrarsi nel vedere ulteriormente confermato dai più alti livelli della Chiesa il valore del proprio assistente ecclesiastico» ha affermato il presidente Antonetti. «Mons. Parmeggiani, sostenitore ed estimatore delle Confraternite, saprà certamente “esportare” questa sua qualità anche nella illustre e antichissima Diocesi Suburbicaria prenestina. Possiamo ben intuire quale onere andrà ad aggiungersi alla già fervente opera pastorale del Presule – ha soggiunto il presidente delle Confraternite – ma dal canto nostro siamo pronti come Confederazione a fornire la più ampia collaborazione in ambito confraternale, assicurando le più intense preghiere a sostegno del nuovo e prestigioso incarico».

Una realtà quella delle Confraternite che sta vivendo, soprattutto a partire dalla guida ecclesiastica del vescovo Parmeggiani, una nuova vita culturale e spirituale oltreché devozionale che, a partire dalla pietà popolare, vuole riconfermare i valori essenziali della Dottrina Sociale della Chiesa e del suo Magistero espressa nelle tre virtù teologali di fede, speranza e carità.