Sessantatre confraternite d’Abruzzo, Molise, Marche e Lazio hanno partecipato questa mattina al 18° raduno interregionale delle Confraternite ospitato nella Basilica Santuario di San Gabriele a Isola del Gran Sasso. Oltre duemila confratelli «per vivere un incontro di forte spiritualità a testimonanza di una quotidianità da veri discepoli di Cristo a servizio delle comunità  parrocchiali» ha affermato don Vincenzo Piccioni assistente per le confraternite della Conferenza episcopale abruzzese e molisana  (Ceam). Dopo l’accoglienza al nuovo Santuario e la preghiera in cripta davanti all’urna del Santo, nella cappella della riconciliazione in migliaia si sono accostati alla confessione cui ha fatto seguito la via crucis. Al termine di una lunga processione preceduta dai gonfaloni di tutte le confraternite la celebrazione eucaristica nel santuario presieduta da padre Luigi Vaninetti, superiore provinciale dei Passionisti d’Italia, Francia e Portogallo. Una spiritualità fatta di tanti colori che hanno riempito la chiesa di San Gabriele con le caratteristiche mozzette delle numerose confraternite per un appuntamento che consente di ritrovarsi per un forte momento di preghiera e fraternità.

Con la Confraternita della Sacra Spina e del Gonfalone di Vasto erano presenti a Isola del Gran Sasso la Confraternita della Madonna del Carmine, il Santissimo Sacramento, dell’Addolorata e la Madonna della Salette. Il priore della Confraternita della Sacra Spina e del Gonfalone Massimo Stivaletta ha ringraziato sulla nostra pagina di Facebook «i confratelli che hanno condiviso con me questa bellissima giornata in “fraternità” con altre realtà confraternali». «Bellissimo scenario del Gran Sasso, bellissimi i nostri confratelli. Dio vi benedica» ha così commentato il nostro assistente e parroco della chiesa di Santa Maria Maggiore don Domenico Spagnoli, viva presenza e sostegno al nostro cammino cristiano.